Relazione Morale sullo Stato della Loggia a inizio 2017

    A:.G:.D:.G:.A:.D:.U:.

 Loggia G. Garibaldi n. 1436 Or. Follonica

 Relazione Morale sullo Stato della Loggia  a inizio 2017

Or. di Follonica 13 Gennaio 2017

Fr. Oratore L. M.

 

Relazione Morale e Stato della Loggia nell’anno  2016.

In occasione della  prima tornata di Lavori del 2017, è dovere da parte dell’ Oratore presentare una Relazione Morale sullo Stato della Loggia, in base agli eventi vissuti dai Fr. della Garibaldi 1436 durante l’anno appena trascorso .

Nel naturale avvicendarsi delle cariche fu eletto M.V. per l’anno 2016 il Fr. Luigi Costagli che ha saputo durante l’anno  guidare la nostra Loggia con estrema saggezza.

Con la sua guida abbiamo assistito alla maturazione, allo sviluppo e all’approfondimento di alcuni temi fondamentali che già si erano affacciati all’attenzione della nostra officina .

Di grande aiuto sono stati per il suo lavoro le Luci che hanno seguito e curato la preparazione dei Fr. Apprendisti e dei Fr. Compagni , sempre sono stati al fianco del M.V. nel portare avanti il programma , condividendone totalmente ogni volta  l’impostazione , le difficolta’ , le responsabilita’ e i successi come l’organizzare , fino all’esecuzione del progetto , di “ Follonica Encounter Incontri di Formazione sulla Crescita Umana “, la tre giorni di scuola riservata a giovani profani  che ha visto la partecipazione di circa 25 ragazzi provenienti da tutta Italia, evento che ha destato ammirazione e stima  a tutti i livelli istituzionali verso l’operato della nostra Loggia, ammirazione che si è manifestata con encomi pubblici da parte del Gran Maestro Stefano Bisi .

La Loggia  ha partecipato al raduno mondiale delle R.L. Garibaldi svoltosi quest’anno nella città di Trapani, dove a conclusione della manifestazione, vi è stato l’accoglimento della candidatura della nostra Officina, presentata precedentemente durante la G.L. di aprile, a ospitare per il 2017 l’evento a Follonica.

Guidati dal M.V. un cospicuo numero di Fr. hanno partecipato alla Gran Loggia di Rimini , inoltre perlomeno alcuni componenti della Loggia Garibaldi sono sempre stati partecipi agli eventi organizzati dal Collegio Circoscrizionale come i Lavori tenuti a San Galgano in primavera  e la recente Festa della Luce a Firenze .

A rafforzamento del gemellaggio della Loggia Garibaldi con la R.L. Unita’ Massonica all’Oriente di Orbetello si e’ tenuta una tornata  “ visita di cortesia “  presso il loro Tempio , dove un Fr. della Garibaldi ha presentato e letto una Tavola Architettonica riscuotendo apprezzamenti da parte dei Fr. orbetellani , il medesimo evento si ripetera’ nel corrente anno in data ancora da definire nei mesi di marzo o aprile .

L’impegno speso verso eventi esterni non ha fatto venire meno l’attenzione e la cura verso il lavoro di Loggia che è stato svolto , sotto la sapiente guida del M.V. , tornata dopo tornata ispirandosi sempre ai principi della Costituzione e Regolamento dell’Ordine e ai Principi della Tradizione Morale a cui si è ispirata fin dall’innalzamento delle colonne la nostra Officina.

Il primo riferimento alla Costituzione e Regolamento dell’Ordine ritengo che sia fin troppo chiaro e non necessiti di ulteriori approfondimenti, mentre il secondo richiede una precisazione, anche perché la Tradizione ha tanto più valore e acquista più forza quanto più la si ricorda agli anziani e quanto più la si trasmette ai giovani.

La nostra Loggia è nata il 05 Maggio 2013 poggiando su questi cardini principali sui quali ha articolato il proprio lavoro:

  1. a) Onestà materiale e intellettuale, da porre al di sopra di ogni pensiero e alla quale far riferimento per ogni azione.
  2. b) Coerenza nei principi professati, qualche volta erroneamente confusa con la cocciutaggine, altre volte strumentalmente indicata , da chi non ci conosce a fondo , come una forma di superbia.
  3. c) Consapevolezza che lavorare su quel materiale complesso, sfaccettato, sensibile e a volte molto emotivo che si chiama uomo è molto difficile e qualche volta deludente per la scarsità dei risultati ottenuti, ma nello stesso tempo esaltante e stimolante , certi come siamo che ogni piccolo successo ottenuto nel miglioramento di noi stessi e degli altri rappresenta un passo avanti nel progresso di tutta l’Umanità.
  4. d) Convinzione che solo frequentando assiduamente e in modo partecipativo i lavori di Loggia ciascuno raccoglie ogni volta un piccolo mattone per la costruzione del proprio Tempio interiore.
  5. e) Piena coscienza che il proselitismo è importante per l’istituzione in quanto porta linfa nuova e vitale, aggiunge energie morali e intellettuali alla catena d’unione, crea quel ricambio generazionale indispensabile per la sopravvivenza stessa della Loggia, nel contempo però è indispensabile che il proselitismo sia cauto e consapevole, rivolto a uomini con caratteristiche morali e intellettuali di indubbia validità ; la persona scelta e inserita tra le nostre colonne solo per il rango che ha nel mondo profano ci porta spesso ad avere dei pessimi Massoni.

La prudenza in questo campo , anche se non preserva da errori , deve essere apprezzata e vista come virtù e non giudicata come immobilismo.

La R. Loggia Garibaldi 1436 Or. di Follonica al 01 Gennaio 2017 presenta un piedilista di 31 Fr. cosi’ distribuiti : 2 Apprendisti , 5 Compagni e 24 Maestri .

Durante il corso dell’anno 2016 si sono avute 2 iniziazioni , 2 affiliazioni e 1 assonnamento ,al momento attuale  alcune proposte tacite giacciono sotto maglietto , altre hanno iniziato l’iter richiesto.

L’anno appena trascorso ha visto la nostra Loggia impegnata in 12 Tornate di Lavoro in Primo Grado , 3 Tornate in Grado di Compagno e 3 in Grado di Maestro , inoltre si sono svolte Tornate a Logge Riunite con le R.L. dell’Oriente di Follonica in occasione della Commemorazione dei Defunti e il 20 Settembre per l’Equinozio d’Autunno

I lavori si sono svolti in modo sereno e proficuo con la presentazione di Tavole Architettoniche elaborate dai vari Fratelli .

La presenza in media dei Fr. di Loggia alle Tornate è stata pari al 70% circa e gli assenti hanno in buona parte giustificato la loro assenza.

I rapporti con le altre Logge del GOI  di Orienti vicini e lontani, già ben impostati dai Fr. M.V. che hanno preceduto il Venerabilato del Fr. Luigi Costagli , sono stati curati e ulteriormente sviluppati sia  personalmente dal M.V. che dalle Luci che in rappresentanza della Loggia Garibaldi   hanno partecipato , con notevole impegno , a Tornate di  altre Logge di Orienti vicini e meno vicini portando ovunque la  presenza della nostra Officina  .

Questi ottimi rapporti  hanno dato validi risultati e ne daranno sicuramente ancora di maggiori in futuro.

Un ulteriore importantissimo contributo  in questo campo l’ha dato il Fr. Giorgio Testini il quale ha svolto il suo impegnativo mandato di Ispettore di Loggia  in modo saggio, esemplare e costruttivo, testimoniando nei fatti la correttezza del nostro modo di intendere la Massoneria

Per questo suo operato il Fr. Giorgio Testini ha riscosso apprezzamenti e stima a qualsiasi livello in campo regionale facendo si che al termine del suo mandato di Ispettore, venisse    chiamato a svolgere altro     importante incarico a livello regionale , su proposta diretta del Presidente del Collegio Circoscrizionale dei M.V. della Toscana e’ stato nominato Architetto Revisore del Collegio stesso .

Il testimone di Ispettore di Loggia  per il triennio 2017-2019 è stato raccolto dal Fr. Ezio Puggelli a cui unitamente al Fr. Giorgio Testini rivolgiamo i nostri fraterni auguri per un proficuo Lavoro.

Per quanto riguarda il futuro che ci attende  non posso esimermi dal sottolineare la necessità che i Fr. siano ancor più partecipi ai lavori di Loggia, non solo con la presenza fisica, ma con l’apporto di lavori che trattino argomenti di esoterismo, di simbolismo e di etica Massonica , in modo da arricchire con il proprio contributo le tornate di Loggia e realizzare così il costante miglioramento spirituale e intellettivo di tutti noi.

Per l’anno che abbiamo di fronte , delicatissima e impegnativa come non mai si rivela la funzione del Maestro Venerabile e quella delle Luci che dovranno imprimere ai Lavori di Loggia un ritmo che sviluppi l’armonia necessaria a far fronte a impegni gravosi .

Si dovra’ prestare particolare attenzione , pur essendo atteggiamenti estranei alla tradizione della nostra Officina , nell’evitare comportamenti arroganti , intemperanze , uno sciatto abbigliamento , un’approssimativa interpretazione dei Rituali , diatribe e atmosfere esagitate tipicamente profane , si dovra’ porre massimo impegno nel promuovere e migliorare la crescita interiore e gli aspetti formali di TUTTI , non solo dei Fr. Apprendisti e dei Fr. Compagni per i quali si dovranno evitare automatismi  negli aumenti di salario  non corrispondenti a verifiche di effettiva maturazione , di cui uno dei principali metri di misura sara’ dato dalla assiduita’ ai lavori di Loggia .

In sostanza ciascuno di noi dovra’ sentirsi parte di un corpus granitico nel quale ogni singolo elemento e’ legato agli altri in una struttura robustissima quale deve essere la R. Loggia Garibaldi 1436 .

Acquisire questa consapevolezza , da cui deriva l’orgoglio di essere votati ad una missione superiore , ci rende ancora piu’ partecipi e desiderosi di affrontare ed avviare a soluzione impegni che mai nessuna R. Loggia degli Orienti limitrofi aveva provato ad affrontare .

Il raduno a settembre delle Logge Garibaldi di tutto il  mondo va vissuto come una grande opportunita’ di proiezione esterna non solo della nostra Loggia  ma di tutta la Comunione Massonica Italiana .

Il Gran Maestro Stefano Bisi conta molto su di noi .

Alla luce di cio’ ognuno di noi deve sentirsi piu’ votato che mai a far si che tutto si svolga nel migliore dei modi .

Ognuno di noi dovra’ organizzare la propria vita lavorativa , sociale ed anche affettiva in modo tale che nei giorni 28 -29-30 settembre e 1 Ottobre il porsi a disposizione delle esigenze della Loggia sia prioritario ; si prevede che l’affluenza dei Fr. delle Logge Garibaldi italiane ed estere oscillera’ fra le 300 e le  500 unita’ , una cifra che fa capire come l’impegno non solo di accoglienza sia grande  .

Naturalmente avremo su di noi gli occhi puntati di tutto il Mondo Massonico e profano , sono fiducioso comunque che tutti insieme lavoreremo bene , perche’ sappiamo che a porsi l’obbiettivo di vincere anche sul piano umano si trae dalla propria forza la capacita’ di transitare dalle sfide organizzative sociali ed economiche alle sfide morali del rapporto fra Uomo e Uomo , sono infine convinto che la nostra Loggia abbia raggiunto un livello di maturita’ e armonia tale da consentirci di affrontare tali impegni con serenita’ , serieta’ , senno , benefizio e giubilo .

 

 

 

Follonica 13 Gennaio 2017

Il Fr. Oratore

Lido Montemaggi

Questa voce è stata pubblicata in Lavori di Loggia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *