SEI REGOLA PER PARLARE

Nello Zend Avesta, che contiene tutta l’antica saggezza Persiana, tro­viamo alcune regole sul governo del­la parola che possiamo considerare di valore universale, da sfidare i tempi.

Sono sei regole importantissime che segnano, scultoreamente, il do­minio del dire.

Prima  Regola     NON LASCIARE MAI PARLARE IL LATO BASSO DEL    TUO    CARATTERE

Seconda Regola: NON PARLARE DI UNA COSA O DI UN SOG­GETTO    CHE NON  CONOSCI A FONDO.

Terza Regola;      NON PARLARE DI CIÒ CHE PERSONALMENTE NON SAI        ESSERE   LA ESATTA  VERITÀ.

Quarta Regola:    NON PARLARE SE L’OGGETTO DELLE TUE PARO­LE   NON E’  CHIARO E DEFINITO NEL TUO PENSIERO.

Quinta Regola:    NON PARLARE SE NON CON INTONAZIONE                          CORDIALE

Sesta Regola;      NON PARLARE SE I TUOI UDITORI NON TI ASCOLTANO,  GIACCHE’ UNA  BUONA PAROLA È  INUTILE AD UN      CATTIVO  ORECCHIO.

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *